Testosterone Alto: Sintomi, Cause e Terapie

Testosterone alto

Il testosterone è senza alcun dubbio il principale ormone maschile, e se particolarmente alto, riesce a fornire il top dal punto di vista psico-fisico; infatti, quasi tutte le emozioni così come le caratteristiche fisiche che riflettono la mascolinità, sembrano aumentare e diventare più forti quando il livello di testosterone di un uomo si alza decisamente. L’aumento ha, infatti, un impatto positivo con meno probabilità di incorrere in ictus, obesità, alta pressione sanguigna e frequenti raffreddori. Inoltre, si rivela ideale per il fisico soprattutto per quanto riguarda la massa muscolare, e non è un caso se molti atleti professionisti soprattutto quelli che praticano pesistica, pugilato, body building o latri sport come ad esempio il nuoto, ne cercano tantissimo, o quanto meno ne introducono nel loro corpo un certo quantitativo (magari sottoforma di integratori alimentari). L’ormone steroide androgeno qual è il testosterone, se formato in concentrazioni giuste all’interno delle ghiandole surrenali e soprattutto nei testicoli, aiuta l’uomo nel corretto funzionamento di entrambi gli organi, nonché nello sviluppo delle caratteristiche maschili, nella capacità riproduttiva, nella libido, ed aiuta anche nella regolazione di alcune funzioni del cervello, oltre che favorire la suddetta crescita della massa muscolare ed ossea. Se dunque siete una persona che è alla ricerca di alcuni modi efficaci per far aumentare decisamente i livelli di testosterone, è importante innanzitutto conoscere a fondo di cosa si tratta, e poi dopo opportuni controlli clinici, per evitare effetti fisici indesiderati o danni, valutare (insieme ad un medico nutrizionista), se è il caso di iniziare a osservare alcune regole, a partire dal cambiamento delle vostre abitudini quotidiane, che rappresentano la base per mantenere un livello di testosterone alto nel corpo, specie dopo averlo fatto diventare tale con qualche piccolo ma utilissimo sacrificio.

I benefici del testosterone alto

Innanzitutto è importante iniziare la descrizione in merito al testosterone alto indicando in sequenza quali sono i notevoli benefici di questo ormone se è tendenzialmente livellato verso l’alto anziché in basso. Per fare alcuni esempi cominciamo subito a dire che tra le caratteristiche benefiche del testosterone alto, troviamo la possibilità di avere una migliore capacità di imparare, così come di conservare nel cervello le informazioni acquisite, nonché una migliore energia mentale. Tuttavia, come detto sopra, quantità maggiori potrebbero provocare effetti fisici indesiderati. In merito a quanto sin qui detto, vale la pena sottolineare quali sono le conseguenze benefiche del testosterone alto. L’aumento della pelosità corporea, dell’appetito, dei muscoli, un più alto tasso metabolico, delle erezioni frequenti e facili, più desiderio sessuale sono soltanto alcuni dei suddetti benefici che si possono ottenere con un testosterone alto tenendolo di conseguenza lontano dal livellamento verso il basso. Il valore normale di questo ormone nel corpo di un maschio è di circa 270-1070 ng / DL e raggiunge il picco all’età di 20 anni per poi lentamente abbassarsi in quelli successivi. Per questo motivo volendo stabilizzare i livelli di testosterone, sono necessari degli accorgimenti molto funzionali, visto che alcuni ricercatori hanno sottolineato che un uomo che conduce uno stile di vita sano, avrà i suoi livelli di “T” compresi tra i 400 e 600 ng / dL.

I vantaggi del testosterone alto

Se un uomo decide di aumentare il suo testosterone in modo naturale, seguendo delle linee guida specifiche, può facilmente ottenere dei considerevoli vantaggi oltre che un livello di testosterone alto, senza incorrere in alcun effetto collaterale. Massimizzare la produzione di testosterone in modo naturale non solo consente di mantenerlo alto a lungo, ma di migliorare significativamente la salute generale e la personale vitalità fisica e mentale, con conseguenti enormi progressi specie dal punto di vista sessuale. I vantaggi del “T” alto sono dunque molteplici, ma tuttavia vale la pena elencarli e nel contempo analizzarli uno per uno per fornire riposte esaustive in merito all’ormone in oggetto. Per cominciare parliamo proprio del sesso e della possibilità grazie al testosterone alto di ottimizzarlo. Il testosterone alto, infatti, tende a far aumentare la libido spesso mancante o poco reattiva, proprio a seguito di valori bassi di questo ormone. Se dunque il livello è decisamente inferiore e si segue un programma per favorire un aumento naturale degli ormoni maschili, si nota un significativo aumento della suddetta libido. Gli uomini affetti da ipogonadismo garantendosi il testosterone alto otterranno dei molteplici vantaggi che di seguito ci apprestiamo ad elencare. Tuttavia a questo punto conviene soffermarci un attimo proprio sull’ipogonadismo per capire meglio ed in modo sintetico di cosa si tratta. L’ipogonadismo è in sostanza un deficit di Ipotalamo/Ipofisari, e che si manifesta a seguito della mancanza totale o di scarsa produzione di ormoni come il testosterone, oppure per delle alterazioni dello GnRH e delle gonadotropine, le cui mutazioni si ripercuotono poi sull’LH che pur risultando normale, non riesce a funzionare come dovrebbe. Fatto questo doveroso approfondimento, possiamo adesso iniziare con la suddetta descrizione in merito ai vantaggi che possono derivare dai livelli di testosterone alto. Le erezioni notturne, i pensieri di tipo sessuale e il desiderio frequente, sono alcune importanti condizioni che si possono ottenere con un valore del testosterone alto, e che poi si ripercuote in modo positivo non solo prima, ma soprattutto anche durante e dopo l’orgasmo. Tra l’altro un testosterone decisamente più alto, aiuta a gestire con maggior capacità lo stress muscolare e nel contempo permette di recuperare le energie fisiche molto in fretta, rispetto a quando si aveva un basso livello di testosterone.

Il “T” alto aiuta a migliorare l’erezione

Il testosterone alto svolge un importante ruolo in presenza della disfunzione erettile; infatti, il fenomeno è correlato alla produzione ed al mantenimento dell’ossido nitrico ovvero una sostanza che gli studiosi hanno inserito anche in pillole tra cui il noto Viagra. Questa nuova condizione viene ben assimilata dal pene, poiché i muscoli in esso contenuti (alla base), sono particolarmente ricchi di alcuni recettori in grado di secernere correttamente gli ormoni di natura androgena come il testosterone. Questi piccoli ma funzionali tessuti del pene perdono, infatti, vigore se il livello di testosterone è basso, e quindi l’erezione, non può essere in alcun modo garantita. Avere dunque il valore del testosterone alto significa indubbiamente risolvere a monte i problemi sessuali e sconfiggere definitivamente la suddetta disfunzione erettile.

Il testosterone alto costruisce i muscoli

Il “T” è considerato l’elemento principe degli ormoni androgeni maschili; infatti, è di tipo steroideo e che serve a controllare e mantenere intatto lo sviluppo di tratti tipici di un maschio e tra questi troviamo sicuramente la massa muscolare. In merito a ciò è, infatti, importante sapere che il testosterone alto fa aumentare la massa muscolare bruciando il grasso, e tra l’altro forse non tutti sanno che un uomo rispetto ad una donna, ha molti recettori di androgeni in più, e la maggior parte si trovano proprio nell’apparato muscolare. Quando il testosterone è alto consente quindi di far circolare elevati livelli di ormoni androgeni e di conseguenza permette alimentare i suddetti recettori preposti a questa funzione. Il testosterone alto nell’uomo è dunque importante poiché aiuta a bruciare i grassi in modo decisamente più facile rispetto a quando è basso, e il motivo lo possiamo spiegare in poche parole. Una recente ricerca effettuata in Giappone ha evidenziato che la massa muscolare opportunamente alimentata con del testosterone, ha riscontrato un aumento del dispendio energetico nei suoi tessuti attraverso un processo noto in termine medico come Biogenesi Mitocondriale. In sostanza ciò significa che avere il livello di testosterone alto, il metabolismo aumenta, e quindi anche le calorie vengono bruciate. Inoltre quando il livello del testosterone aumenta, l’organismo è obbligato a bruciare i grassi e a ricomporre il muscolo (come nel fitness). Questo è, infatti, il principale effetto anabolizzante generato dal testosterone e tra l’altro è molto ricercato, e i suoi effetti benefici da soli spiegano il perché nello sport agonistico l’assunzione di eccesivo testosterone (oltre il limite massimo), fa incorrere in squalifiche a lungo termine o addirittura radiazione per doping. In definitiva possiamo dire senza alcuna esitazione che il testosterone ci consente di diventare molto più muscolosi, senza grasso in eccesso e quindi di vivere in buona salute.

Il testosterone alto riduce lo stress

Il “T” durante la sua fase di lavorazione naturale all’interno del corpo umano si contrappone ad un altro ormone denominato cortisolo. Se il primo tende ad aumentarlo, il secondo lo fa invece diminuire e viceversa. Questa forma di scambio fisiologico, se perfettamente equilibrata, serve a controllare lo stress, ad evitare l’accumulo di grasso, e a tenere sotto controllo il sistema cardiocircolatorio. Con l’aumento del tutto naturale del livello di testosterone, quelli del cortisolo in proporzione diminuiscono, il che significa poter godere di un maggior benessere psichico. Anche per lo stress fisico, ottenere un livello di “T” alto significa sopportare meglio malesseri e soprattutto dolori articolari. Per fare un esempio, dopo un intenso un allenamento se il testosterone è alto, si riesce a recuperare prima le forze e nel contempo diminuiscono i rischi di tante altre malattie, incluso quelle tumorali.

Altri importanti benefici del testosterone alto

Il testosterone livellato in alto serve a facilitare la cicatrizzazione di ferite, rendendo più veloce il processo di guarigione, senza contare che lo stress presente, anche in questi casi, e dettato da preoccupazioni a riguardo di un recupero che tarda a farsi sentire, influisce tantissimo sul fisico. Il testosterone alto invece aiuta a rilassarsi, a sentirsi presto in forma e a sopportare al meglio la stanchezza. La relazione tra il “T” e la depressione è tuttavia abbastanza complessa; infatti, ciò vuol dire che se il testosterone è decisamente basso e si manifestano dei sintomi depressivi, l’aumento servirà non poco a lenire le sofferenze, anche se è doveroso precisare che il superamento del limite potrebbe comunque generare di nuovo depressione. Per questo motivo un serio controllo medico serve ad equilibrare il tutto e a rendere il testosterone sempre efficace. Per massimizzare il risultato ecco che entra in gioco l’alimentazione ed in particolare una dieta equilibrata; infatti, aumentando i livelli di testosterone in modo naturale e graduale, rappresenta l’ideale per godere di uno stato di salute ottimale. Inoltre se si segue una corretta alimentazione abbinata ad un allenamento periodico e ad uno stile di vita diverso dal solito, si riesce ad aumentare il livello di testosterone senza necessariamente assumere steroidi e altri tipi di anabolizzanti, o sottoporsi a terapie ormonali, a base di preparati chimici che poi potrebbero far incorrere in altre patologie anche piuttosto gravi o malattie tumorali. Per questo motivo l’aumento del livello di “T” conviene ottimizzarlo solo in modo naturale, e quindi la strada giusta è quella di attenersi alle suddette regole.

L’alimentazione ideale per aumentare il testosterone

Mangiare sano e soprattutto cibi che possono contribuire a migliorare il coefficiente di testosterone, è dunque una delle priorità a cui molti medici nutrizionisti si attengono specie quando prescrivono delle diete particolari. I cibi che contribuiscono a mantenere il testosterone alto sono moltissimi e tra questi vale la pena citarne alcuni tra i più comuni ed efficaci. Le arachidi sono degli alimenti molto ricchi di grassi monoinsaturi, ed è scientificamente provato che un consumo elevato consente di livellare verso l’alto il “T”, senza dimenticare che sono anche un’ottima fonte da cui attingere delle proteine. Un altro alimento perfetto per la costruzione di una muscolatura ottimale è rappresentato sicuramente dai semi di girasole che contengono molta vitamina E, quest’ultima importante poiché in grado di far aumentare il livello di “T”. I semi di girasole tra l’altro oltre alla suddetta vitamina E, contengono delle proteine adatte per fortificare i muscoli, oltre che selenio e zinco, quest’ultimo un elemento utile per far lavorare correttamente il corpo coadiuvato da un valore di testosterone livellato. Anche le uova oltre ad essere un’eccellente e certificata fonte di proteine, sono ottime anche per far per aumentare il livello di testosterone nel corpo umano. Le uova, infatti, sono ricche di zinco ovvero un ingrediente essenziale per la produzione di testosterone. Infine parliamo di alcune verdure come ad esempio i broccoli verdi e i cavoli che sono entrambi ideali per l’uomo, in quanto in grado di ridurre sensibilmente i livelli di estrogeni rendendo di conseguenza il testosterone più alto ed attivo. Il cavolo in particolare può essere aggiunto a qualsiasi tipo di pasto e contiene poche calorie. Inoltre vanta anche un ingrediente particolare; infatti, si tratta dell’IC3 ovvero un fito-chimico che fa aumentare in modo naturale il testosterone nel corpo umano. La scoperta della Rockefeller University Hospital è stata divulgata quando si è venuto a conoscenza che agli uomini a cui erano state somministrate dosi di IC3, i livelli di estrogeni si sono dimezzati a vantaggio del testosterone decisamente aumentato. A margine di questa rapida ed importante carrellata di alcuni alimenti tra i più comuni e salutari, si evince che ancora una volta la natura viene in soccorso dell’essere umano e che un consumo assiduo è senza dubbio la strada migliore da percorrere, specie per chi tendenzialmente ha un testosterone basso, e cerca la soluzione ideale per farlo aumentare, senza necessariamente ricorrere a metodi di laboratorio.

Gli integratori per aumentare il testosterone

Per aumentare il livello di “T” è importante sapere che oggi è possibile farlo anche usando integratori del tutto naturali e quindi non sintetici. Si tratta, infatti, di prodotti garantiti al 100%, ed ideali per facilitare la produzione di testosterone. Questi integratori vengono accuratamente preparati e contengono molti ingredienti naturali che opportunamente testati, si sono rivelati molto efficaci e senza controindicazioni, quindi ottimi per massimizzare il risultato. Tra questi troviamo l’arginina e il tribulus terrestris, oltre al ginseng, al ginkgo biloba e alle bacche di acai, tanto per citarne alcuni. L’arginina è un tipico aminoacido che stimola la produzione del testosterone e nel contempo fa aumentare il livello di ossido nitrico nel sangue, agendo proprio come fa il Viagra prodotto sinteticamente in laboratorio. La Tribulus Terrestris è invece un’erba che tende a stimolare le cosiddette cellule di Leydig che si trovano nei testicoli, e servono proprio a produrre il maggior quantitativo di testosterone necessario negli uomini.

Conclusioni sul testosterone alto

A margine di questo articolo è importante sottolineare che tutti i benefici sin qui citati, non servono praticamente a nulla se di base il corpo non gode a sua volta di una perfetta salute; infatti, è importante sapere che il testosterone alto, oltre a garantire i suddetti benefici, riduce di gran lunga i vari rischi che si corrono se tendenzialmente è livellato verso il basso, come ad esempio alcune gravi malattie cardiovascolari, quelle muscolari il cancro e molte altre dannose e mortali patologie. Il testosterone tendenzialmente basso come evidenziato da appropriati studi e comunque al di sotto della soglia di 250 ng/dl comporta più grasso corporeo, livelli più alti dei trigliceridi, una pressione sanguigna alta e quindi il rischio di incorrere in ictus, e diabete, e che se presenti insieme allo stesso “T” basso, diventano come una sorta di bomba micidiale, che può persino portare alla morte. In conclusione appare ormai chiaro che avere il livello di testosterone alto, ma nel contempo al giusto limite, significa godere sempre di buona salute e soprattutto per un lungo periodo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *